Stelle di Natale, vischio e agrifoglio … non tenetele a portata di zampa!

 In curiosità bestiali

Piante tossiche

Manca davvero pochissimo a Natale e nelle nostre case si respira tutta quella magia e quell’incanto di questa festività.

Gli alberi decorati con tante luce che si intravedono dalle finestre, i balconi e i giardini diventano un’esplosione di colori, le piazze e le vetrine dei negozi addobbate, le letterine dei bambini: il Natale, non solo per stare insieme alle persone che amiamo, ma è anche un’occasione per illuminare e colorare il grigio dell’inverno.

Così, con l’arrivo delle feste natalizie, oltre ad addobbare la casa con luci e decorazioni, le nostre piante ornamentali vengono scansate per fare posto alle piante che sono un po’ il simbolo di queste feste, come la stella di Natale, gli agrifogli e l’immancabile vischio sotto cui scambiarsi un tenero bacio.

Tuttavia, queste piante, se a noi “umani” fanno respirare l’aria natalizia, possono essere tossiche e pericolose per i nostri amici quattro zampe.

Ecco, allora, un piccolo vademecum per conoscere quali piante decorative di Natale sono piante tossiche per cani e gatti:

  • Stella di Natale: immancabile nelle case per Natale, questa pianta contiene un lattice velenoso che, se ingerito dai nostri amici, può causare problemi di salute come vomito e dilatazione della pupilla
  • Vischio: cosa c’è di più romantico di un bacio dato sotto questa pianta come buon augurio? Attenzione, però! Se inghiottito, però, può provocare loro serie di disturbi che variano in base alla quantità ingerita. Tra questi ci sono problemi gastroenterici, cardiorespiratori e alterazioni di tipo neurologico
  • Agrifoglio: anche l’agrifoglio, molto comune nelle nostre case, è una pianta tossica poiché le bacche e le foglie, infatti, se ingerite possono causare problemi gastrointestinali a cani e gatti
  • Ciliegia di Gerusalemme: è una pianta verde con delle piccole bacche rosse che fa parte della famiglia delle Solanacee, la stessa della belladonna. Questa pianta è da tenere assolutamente lontana dai nostri amici perché può provocare gravi problemi come convulsioni, ulcere fino a risultare letale
  • Cactus di Natale: è una pianta considerata tossica più per i cani che per i gatti, ma sempre meglio tenerla lontana da entrabi! Se ingerita, infatti, può portare a disturbi a livello gastrico e intestinale
  • Amarillo: è una tipica pianta da regalo e si presenta con un fiore a forma di ombrello. L’ingestione del fiore e delle foglie può provocare diversi disturbi a cani e gatti come vomito, mancanza di appetito, tremori, iper-salivazione e dolore addominale

Per evitare di incorrere in questi problemi cercate di tenere queste piante tossiche lontano dai nostri amatissimi amici, magari posizionandole molto in alto o stando molto attenti che i nostri cani e gatti, incuriositi dalla novità, decidano di “assaggiare” la pianta. Nel caso dovessero ingerire queste piante, chiamate subito il vostro veterinario!

Buone feste a voi … e ai vostri amici!

Post recenti

Leave a Comment

proteggere-animali-dal-freddocibo-per-gatti