GLI UCCELLINI FUORI DAL NIDO

 In curiosità bestiali
Vi è mai capitato di trovare un piccolo uccellino caduto dal nido?
In primavera, può capitare di trovare un nidiaceo (un piccolo di uccello) durante una passeggiata nel bosco, ma anche nel giardino di casa, o sul marciapiede. La nostra sensibilità ci induce a raccoglierlo e portarlo a casa per “allevarlo”. Eppure, non sempre è la cosa migliore.
Ecco alcune indicazioni su cosa fare per evitare errori:
1) Se sta sulle zampe, ha gli occhi aperti e, avvicinandovi piano, si sposta, lasciatelo lì. Ci sono i genitori in zona: non toglieteglielo!
2) Se è in un posto dove può esserci pericolo (strada veicolare, marciapiede) spostatelo, possibilmente sotto una siepe o in prossimità di verde, nell’arco dei 20 – 30 metri. Con il richiamo si ricongiunge con i genitori che sono sempre in zona.
3) Se sta male (piumaggio molto gonfio ed arruffato, occhi socchiusi, sempre fermo nello stesso punto per più di 2 ore, predato da cane o gatto, impatto contro vetrate e simili), raccoglietelo e …
– Sistematelo in una scatola di cartone con fogli di carta sul fondo (no cotone idrofilo, no pezze, né paglia) Per favorire l’aerazione, fare dei fori sulla parte alta della scatola. Importante: non utilizzare gabbiette o trasportini per gatti. Gli animali selvatici sono insofferenti alla cattività e se collocati in gabbie o trasportino possono agitarsi e ferirsi seriamente.
– Chiudetelo nella scatola con l’apposito coperchio e lasciatelo tranquillo in una stanza buia e silenziosa.
– Contattate il centro recuperi autorizzato vicino a voi: http://www.recuperoselvatici.it/elenco.htm…
– Non preoccupatevi di alimentarlo, perché è sotto shock.
– Se il soccorso richiede tempi lunghi, si può somministrare con siringa senza ago acqua e zucchero, ma sempre dopo averlo lasciato per una mezz’oretta al buio e tranquillo. NO PANE, NO LATTE O DERIVATI DEL LATTE (sono alimenti che non vengono digeriti e creano notevoli danni all’intestino dell’animale)
Un uccellino ha bisogno di mangiare e bere solo durante il giorno, ad intervalli regolari e diversi a seconda dello stadio di sviluppo: circa ogni mezz’ora per i nidiacei implumi e ogni 2-3 ore per i nidiacei impiumati. Come alimento universale di EMERGENZA, è possibile somministrare: pezzettini di carne cruda o camole (larve della farina o del miele) e acqua con un contagocce o siringa senza ago.
4) Maneggiatelo il meno possibile. Niente carezze, coccole e grattini (quelle che per noi o i nostri amici domestici sono attenzioni gradevoli, per i selvatici non lo sono), altrimenti si rischia l’infarto da maneggiamento.
5) Se è implume, metterlo in una scatola con una borsa dell’acqua calda avvolta in un panno.
6) Fanno eccezione i rondoni che vanno SEMPRE raccolti e portati ad un CRAS.
𝗠𝗜𝗧𝗜 𝗗𝗔 𝗦𝗙𝗔𝗧𝗔𝗥𝗘
Non è vero che:
i genitori abbandonano i piccoli saltati fuori dal nido, se toccati dalle persone (quello vale per i mammiferi, ricci, volpi, caprioli)
– i genitori vengono a prenderseli: gli uccelli usano le zampe solo per spostarsi al suolo o tenersi al ramo, non hanno funzioni prensili verso i loro nidiacei. Alcune specie che usano le zampe anche per prendere qualcosa lo fanno solo verso il cibo, come pappagalli, cince, rapaci. Per accudirli i genitori scendono a terra e li alimentano, intervengono a difenderli e ad insegnar loro a cominciare a volare.
Ecco tutti i numeri utili:
✅Centralino SOS ANIMALI Onlus
Comprensori provinciali di Arezzo, Grosseto e Siena
Arezzo: rivolgersi alla ASL competente; Siena e Grosseto: 337/1189339
✅Centro Recupero Uccelli Marini e Acquatici (CRUMA)
Via delle Sorgenti 430, Località Costernino, 57100 Livorno
0586/400226
✅Centro Recupero Animali Selvatici della Maremma (CRASM)
SO 34, km 3,5, 58055 Semproniano (GR) Dott. Aloisi 333/4102143
✅CETRAS Via Buozzi 1 , 50053 Empoli (FI) Avifauna in difficoltà, meglio tramite WA 377/2406976 se esemplare di riccio potete contattare via WA 380/6527744
✅Legambiente Pisa
Pisa (gli animali vengono conferiti al CRUMA di Livorno) 371/4620122 oppure 370/3642396
✅SEMIA Onlus
Via del Bosco 11, Montespertoli (FI)
334/5768460 – inviare SMS o Whatsapp (provincia di Firenze – Prato – Pistoia)
✅Centro Recupero Rapaci LIPU Mugello
Via Ponte a Vicchio 48, 50039 Ponte a Vicchio – Mugello (FI)
347/8781971 tramite SMS o Whatsapp – si prega di allegare foto dell’animale per consigli mirati; crrlipumugello@gmail.com
Potrebbe essere un'immagine raffigurante uccello
0
Persone raggiunte
0
Interazioni
Metti in evidenza il post