Guance rosse rosse … ecco a voi i bengalini!

 In curiosità bestiali

Gli uccelli bengalini

Hanno un becco color corallo, piccole guance rosse rosse, piume vivaci e fischiano in modo simpaticissimo, non sono canarini né pappagalli … sono i piccoli uccelli bengalini!

Il bengalino è un piccolo uccellino di origine asiatica e fu chiamato così da Mathurin Jacques Brisson, un famoso zoologo dell’Università di Parigi, che riteneva questo esuberante uccellino originario del Bengala, anche se, in realtà, poi si scoprì che la vera origini dell’uccellino bengalino è africana.

È un uccello dalle piccole dimensioni (misura circa 10-12 centimetri), ma ha una salute molto robusta a patto che (ovviamente) si tenga lontano da correnti d’aria e sbalzi termici. Il bengalino è un uccello molto vivace, simpatico, esuberante e “coraggioso” tanto che anche in libertà non ha alcuna paura ad avvicinarsi ai centri abitati e alle persone. Non è un raffinato cantate come suo cugino il canarino, ma adora fischiettare in modo allegro e del tutto singolare soprattutto se gli si fischia, ci si parla o se viene stimolati da qualsiasi suono come la musica, ad esempio.

Così per gli altri tipi di uccelli, ci sono tanti tipi di bengalini. Il più famoso tra quesi uccelli è il “Becco di corallo” , bellissimo come le sue piume grigio, bianco e rosa, il becco rosso corallo, un delicato tratto di nero intorno agli occhi che sembra quasi disegnato con un tratto di matita per occhi.

Ci sono poi il Bengalino di Bombay con piume rosse e dal canto dolcissimo, il Bengalino verde con un piumaggio verde, il Coda di aceto con piume grigio-azzurre e con la coda rossa e il Guance d’arancio, un bengalino molto colorato e molto socievole.

Cura e alimentazione degli uccelli bengalini

Gli uccelli bengalini godono generalmente di ottima salute, sono forti e robusti e difficilmente si ammalano, anche se è bene tenerli in un luogo caldo (ma non troppo), asciutto e soprattutto lontano da sbalzi di temperatura e correnti di aria.

La sua alimentazione è piuttosto semplice ed è base di semi. Per il tuo bengalino puoi scegliere il mangime già pronto, l’importante è che sia adatto agli uccellini esotici. Inoltre, potrai offrire al tuo piccolo amico frutta e verdura come la mela e verdure non troppo acquose … la cicoria è perfetta. È bene poi integrare la sua alimentazione con i bastoncini all’uovo che si trovano comunemente in commercio o preparare tu stesso il tuorlo di uovo sodo che è ricco di vitamine!

Infine, per quanto riguarda il suo alloggio, la gabbia deve essere il più ampia possibile per consentire a questi simpatici amici il volo e di permettergli di muoversi e sgranchirsi le ali. Dovrà essere dotato di mangiatoie, di un abbeveratoio con acqua sempre fresca e durante il periodo estivo anche di una vaschetta per il bagno.

Post recenti
gatto-himalayanoeducare-il-cane-a-fare-i-bisogni